10.2.12

Le scale di Napoli



Napoli è situata in posizione pressoché centrale sull'omonimo golfo, tra la penisola sorrentina, il Vesuvio e l'area vulcanica dei Campi Flegrei in uno scenario reputato "tra i più celebrati e incantevoli al mondo". Le Colline che la circondano rappresentano una grande riserva ambientale a scala metropolitana, polmone della città e scrigno di storia e tradizioni locali. L'area delle Colline di Napoli, anche se attualmente poco conosciuta e usufruita dai cittadini stessi la zona è, insieme al centro storico, il territorio più pregiato della città, infatti dal luglio del 2004 è Parco regionale metropolitano. Per collegare facilmente la parte alta della città, un tempo extra moenia, con il suo nucleo originario, l'attuale centro storico, e sopratutto i monasteri e le chiese, attraverso i secoli si è costituito un sistema complesso di strade pedonali vero e proprio capolavoro urbanistico composto da oltre 200 strade percorsi naturali (135 scale vere e proprie, 69 gradonate). Con l'avvento dell'era delle automobili i percorsi pedonali sono stati abbandonati ed hanno perso la loro funzione di collegamento ma, contemporaneamente, hanno mantenuto il fascino e lo splendore della Napoli di un tempo rimasta nell'immaginario dei napoletani e dei turisti. Al fine di recuperare alla vivibilità urbana questi antichi percorsi l'Assessorato all'ambiente su proposta del Coordinamento scale di Napoli, composto da 11 associazioni, ha promosso un'iniziativa tendente a valorizzare a recuperare le antiche scalinate, trasformandoli in spazi destinati alla socialità e all'aggregazione. L'iniziativa vera e propria è iniziata con la pulizia dei percorsi che ha reso praticabili quattro itinerari: Da Piazzale San Martino a Spaccanapoli – attraverso la Pedamentina Dal Vomero Petraio ai Quartieri Spagnoli – attraverso il Petraio Da Via Foria a Capodimonte attraverso il Moiariello Dal Museo Archeologico a Capodimonte attraverso le scale della Principessa Jolanda. Poesie, letture, musica, animazione, prodotti locali, arte del riciclaggio e trekking urbano hanno richiamato oltre 2500 fra cittadini e turisti che hanno partecipato con entusiasmo agli appuntamenti di tu scendi dalle scale. Il percorso del recupero e della riqualificazione è lungo ed articolato intanto però c'è già fermento per la prossima primavera che, grazie al clima favorevole, offrirà maggiori opportunità di partecipazione. Per conoscere le prossime iniziative il consiglio è quello di visitare il blog dedicato: http://www.scaledinapoli.blogspot.com

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...