23.12.12

Il 2013 che vogliamo


Il 2013 non sarà un anno facile, lo sappiamo. Per questo sarà importante esserci, non girarsi dall'altra parte, riempire di partecipazione e proposte i vuoti dell'ignoranza, della disinformazione, della volgarità, della politica brutta e inadempiente. 
E ricordare a tutti, a noi stessi e soprattutto a chi amministra il Paese, che l’ambiente non è un di più, un lusso per i tempi buoni. E’ la chiave per uscire dal tunnel. Ambiente vuol dire lavoro, salute, qualità della vita, benessere. Vogliamo farne a meno? Noi no. E’ questo il nostro impegno per il 2013. Col vostro aiuto. Continuate a immaginare con noi il futuro! 

AUGURI!!

8.9.12

Villa dei Misteri - crollo a Pompei

Legambiente:"Inconcepibile, chi monitora? chi controlla? Troppa incapacita' e poca attenzione per un patrimonio dell'umanita'

Ora ascoltemo le solite difese di ufficio, che non e` il caso di non fare polemiche, di non enfatizzare un crollo di poco conto, non ci stiamo: siamo davanti all'ennesimo crollo che e' inconcepibile e ingiustificabile. Ci domandiamo chi controlla i lavori, chi monitora. Le parole, le promesse e le buone intenzioni non bastano e non servono a tutelare Pompei. Continua a mancare una manutenzione ordinaria, un monitoraggio continuo, professionalita`per verificare costantemente l`intera cittadella archeologica di Pompei. Cosa sarebbe successo se il crollo avveniva durante l`apertura al pubblico.? Con i se ed i ma non si tutelano le ricchezze, i tesori d`arte : e` in gioco il presente ed il futuro del nostro paese.

20.6.12

La Notte di San Giovanni - Festa della convivialità

Sabato, 23 giugno alle ore 20,30
Pro Loco Capodimonte e III Municipalità – Associazione Via Nova – Legambiente Neapolis 2000
DEL COORDINAMENTO SCALE DI NAPOLI
e
b&b La torre di Ro, TeatroBinariodue
PRESENTANO
LA NOTTE DI SAN GIOVANNI
Festa della convivialità con cena e spettacolo nei giardini della Torre del Palasciano

con
Wanda Marasco
In
‘A RIGGINA SQUAGLIATA
Scritta da Wanda Marasco

Toni Ranelli ,Giuseppe Esposito Migliaccio , Vittorio Passaro, Gabriele Saurio, Wanda Marasco
Assistente alla regia: Paolo Martino
Diretto da Wanda Marasco

Compagnia SOLELUNA
Canti, suoni, balli, colore e calore.
Uno scrigno della Musica Popolare.
Sole del Gaudio-voce
Luna Varra-voce e chitarra
Pietro Bencivenga-fisarmonica
Nestor Aiello-basso e voce
Antonio Piccolo
tammorra e percussioni
Lello Cocozza-chitarra e voce

TATI
in
MAGIE E INCANTESIMI DEL MUSICAL

ROSARIA RUSSO
in
CAUTAMENTE………….
(dalla bèlle èpoque al varietà)

Antonio Ciniglio, Ciro Sagitto: chitarre
Amalia Nota: Voce narrante

PRESENTA: Amalia Nota

Luci e fonica: Dario Severino
Idea scenografica: Bruno De Luca
Direzione artistica: Peppe De Sanctis

Info. e prenotazioni: 3398766733. tel. 081 457711 cell. 3356957720

31.5.12


Un Manifesto per Recuperare le Scale di Napoli
Dopo “Tu scendi dalle scale” a Natale
successo di visitatori alle scale di Napoli anche durante il Maggio dei Monumenti
Un plauso all'Amministrazione per aver inserito
Pedamentina e Moiariello nel Maggio dei Monumenti


E’ bastato davvero poco e due scale di Napoli sono diventate per i visitatori del Maggio dei Monumenti due palcoscenici di socialità urbana, storia, arte, orti urbani...
Circa 5000 i visitatori sono stati i cittadini e i turisti che hanno riscoperto l'affascinante bellezza della città percorrendo le scale di Napoli in occasione di “Tu scendi dalle scale” a Natale e le visite guidate del Maggio dei Monumenti.
Decine le richieste di prenotazione ancora in queste ultime ore alle due associazioni aderenti al Coordinamento Recupero scale di Napoli. Le visite alla Pedamentina e al Moiariello sono eventi di cultura e socialità, incontro felice tra le comunità dei residenti, le associazioni che animano il Coordinamento e i visitatori che mai avrebbero pensato di essere accolti per un caffè, una limonata, una fetta di torta nelle case e sulle terrazze dei napoletani che abitano lungo le scale. Al Moiariello aperta al Pubblico la Torre del Palasciano, precursore della Croce Rossa.
Ma l’impegno del Coordinamento non è terminato a Natale così come non finirà con l’ultimo week end del Maggio dei Monumenti: le scale di Napoli sono un patrimonio ma hanno bisogno di cura e di pulizia, di una visione strategica di tutela, recupero e sviluppo, di un’idea smart di mobilità sostenibile, necessitano dell’attenzione dei cittadini e dell’impegno delle istituzioni.
Durante l’ultimo week end il Coordinamento recupero Scale di Napoli presenterà il Manifesto per le Scale di Napoli, da sottoscrivere ai punti di raccolta firme e on line e da discutere durante gli incontri con i cittadini e i comitati che saranno organizzati direttamente sui territori delle scalinate.
Il Manifesto sarà presentato al Sindaco di Napoli, che ringraziamo assieme all'Assessore alla Cultura per aver inserito negli itinerari del Maggio anche le scale della Pedamentina e del Moiariello. Contemporaneamente saranno avviate discussioni nelle Municipalità interessate.
Sul Sito web www.scaledinapoli.com è possibile aderire o commentare ilManifesto. Il sito web in poco tempo ha raggiunto quasi 9000 visite.

Le associazioni e i comitati che partecipano al coordinamento, primi firmatari del Manifesto.
Neapolis 2000 di Legambiente - Legambiente Parco Letterario Vesuvio onlus - WWF Napoli - Cittadinanza Attiva Campania - Associazione Lo Sguardo che Trasforma - Associazione Via Nova - Associazione L'Orto Consapevole - Comitato Pedamentina - Comitato Moiariello - Comitato Civico Piazza Medaglie d'Oro - Pro Loco Capodimonte e III Municipalità.

10.3.12

Pizza Treno Verde


L’equipaggio del Treno Verde
di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane 
nel cuore di Napoli saluta i circoli cittadini del cigno verde e
gusta la speciale pizza Treno Verde


Il Treno Verde ed il suo equipaggio questa mattina sono stati accolti dalla pizzeria Sorbillo, in via dei Tribunali per l'inaugurazione della tappa napoletana.
L'incontro, organizzato dalla rete dei circoli di Legambiente Napoli, è stato l'occasione per presentare le iniziative in programma fino al 14 marzo e per gustare la pizza "treno verde" e la nuova pizza a chilometro campano "Legambiente Napoli", a base di mozzarella dop e verdure, rigorosamente di stagione; la creazione sarà stabilmente inserita nel menù della celebre pizzeria.

Il Treno Verde a Napoli tiene sott’occhio i decibel, il PM10 ed altri inquinanti atmosferici grazie alla centralina del Laboratorio Mobile, Struttura Operativa laboratorio di prove e misure di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), in sosta  per 72 ore consecutive in via Porta di Massa, in prossimità del civico n. 2
La mostra a bordo del Treno Verde, che sosterà al binario 24 della stazione centrale di Napoli è aperta dal 10 al 14 marzo, dalle 8:30 alle 14:00 per le classi prenotate e dalle 16 alle 19, per tutti i cittadini. Domenica 11 marzo, il Treno Verde sarà aperto solo la mattina. L’ingresso è gratuito.

10.2.12

Le scale di Napoli



Napoli è situata in posizione pressoché centrale sull'omonimo golfo, tra la penisola sorrentina, il Vesuvio e l'area vulcanica dei Campi Flegrei in uno scenario reputato "tra i più celebrati e incantevoli al mondo". Le Colline che la circondano rappresentano una grande riserva ambientale a scala metropolitana, polmone della città e scrigno di storia e tradizioni locali. L'area delle Colline di Napoli, anche se attualmente poco conosciuta e usufruita dai cittadini stessi la zona è, insieme al centro storico, il territorio più pregiato della città, infatti dal luglio del 2004 è Parco regionale metropolitano. Per collegare facilmente la parte alta della città, un tempo extra moenia, con il suo nucleo originario, l'attuale centro storico, e sopratutto i monasteri e le chiese, attraverso i secoli si è costituito un sistema complesso di strade pedonali vero e proprio capolavoro urbanistico composto da oltre 200 strade percorsi naturali (135 scale vere e proprie, 69 gradonate). Con l'avvento dell'era delle automobili i percorsi pedonali sono stati abbandonati ed hanno perso la loro funzione di collegamento ma, contemporaneamente, hanno mantenuto il fascino e lo splendore della Napoli di un tempo rimasta nell'immaginario dei napoletani e dei turisti. Al fine di recuperare alla vivibilità urbana questi antichi percorsi l'Assessorato all'ambiente su proposta del Coordinamento scale di Napoli, composto da 11 associazioni, ha promosso un'iniziativa tendente a valorizzare a recuperare le antiche scalinate, trasformandoli in spazi destinati alla socialità e all'aggregazione. L'iniziativa vera e propria è iniziata con la pulizia dei percorsi che ha reso praticabili quattro itinerari: Da Piazzale San Martino a Spaccanapoli – attraverso la Pedamentina Dal Vomero Petraio ai Quartieri Spagnoli – attraverso il Petraio Da Via Foria a Capodimonte attraverso il Moiariello Dal Museo Archeologico a Capodimonte attraverso le scale della Principessa Jolanda. Poesie, letture, musica, animazione, prodotti locali, arte del riciclaggio e trekking urbano hanno richiamato oltre 2500 fra cittadini e turisti che hanno partecipato con entusiasmo agli appuntamenti di tu scendi dalle scale. Il percorso del recupero e della riqualificazione è lungo ed articolato intanto però c'è già fermento per la prossima primavera che, grazie al clima favorevole, offrirà maggiori opportunità di partecipazione. Per conoscere le prossime iniziative il consiglio è quello di visitare il blog dedicato: http://www.scaledinapoli.blogspot.com

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...