1.12.10

ALTRI CROLLI A POMPEI: IN NOME DI TUTTA L'UMANITA' FATE PRESTO!

Stamane, a Pompei tra le 7 e le 7,30, ancora un crollo a Pompei. Si è verificato infatti il cedimento per un altezza di circa 2 metri e per una larghezza di circa tre metri della parte superiore del muro grezzo in opera incerta divisorio tra i civici 1 e 2 della reg. VII, ins. 2, lungo la via Stabiana. Sono crollati altri due muri all'interno dell'area archeologica di Pompei. Sembra si tratta di due pareti senza affreschi. Ieri c'é stato il crollo di un muretto grezzo di sei-sette metri nel giardino della Casa del Moralista mentre il 6 novembre scorso ci fu il cedimento della Schola Armaturarum.
E' proprio il caso di dirlo mentre a Roma si discute Sagunto cade. Mai metafora migliore per denunciare quello che sta succedendo a Pompei. Si continua a discutere, polemizzare ma l'unica cosa che succede sono i muri che continuano a crollare. Senza allarmismi ma ci domandiamo cosa si aspetta ad avviare concretamente con un serio monitoraggio per verificare lo stato dei luoghi dell'intera cittadina archeologica di Pompei e dell'area
circostante ed intervenire per garantire alle future generazioni la conservazione
e la fruizione di questo bene unico nel suo genere. In nome di tutta l'umanità FATE PRESTO!”

Nessun commento:

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...