24.12.10

Per Napoli...RICOMINCIO DA ME

Non aspetto Leggi nazionali o Ordinanze Sindacali nel 2011 e  nelle festività di Natale 
Per Napoli...RICOMINCIO DA ME 

1) Non uso piatti e stoviglie usa e getta. Evito di acquistare imballaggi inutili. Rifiuto la borsa della spesa monouso e utilizzo solo quella in stoffa.
2) Per i regali non uso la carta per i pacchetti e lascio nel negozio gli imballaggi superflui. Faccio pacchi regalo con carta di giornale o stoffa.
3) Uso solo lampadine a basso consumo ed elettrodomestici efficienti e non regolo mai il riscaldamento oltre i 21 gradi.
4) Preferisco cibi biologici a Km zero e liberi da OGM. Non cucino troppa roba per evitare poi che il cibo venga buttato.
5) Non acquisto o regalo prodotti o animali che alimentano il commercio illegale. Possibilmente adotto cuccioli abbandonati.
6) Preferisco il mezzo pubblico all'auto privata.
7) Preferisco l'acqua del rubinetto a quella minerale soprattutto se in bottiglie di plastica.
8) Preferisco la frutta alle merendine confezionate.
9) Utilizzo i detersivi alla spina, pannolini e pannoloni ecologici.
10) Preferisco la Campania e l'Italia a mete lontane e il treno all'aereo e se vado all'estero scelgo “Viaggi Responsabili”

Anche solo rispettando parte di questo decalogo aiuterò il territorio ad avere meno rifiuti e la mia città più vivibile.

Comitato cittadino RICOMINCIO DA ME: Legambiente/Neapolis 2000, Verdi per la Costituente Ecologista Regione Campania, Cittadinanza Attiva, Assoutenti Napoli, FederConsumatori, Lo Sguardo che trasforma, La Confederazione degli Studenti, Libreria Treves, NapoliMania, Pizzeria Sorbillo, Parco Zoo – Edenlandia, Mediter, NapoliBuona, Watchdog

1.12.10

ALTRI CROLLI A POMPEI: IN NOME DI TUTTA L'UMANITA' FATE PRESTO!

Stamane, a Pompei tra le 7 e le 7,30, ancora un crollo a Pompei. Si è verificato infatti il cedimento per un altezza di circa 2 metri e per una larghezza di circa tre metri della parte superiore del muro grezzo in opera incerta divisorio tra i civici 1 e 2 della reg. VII, ins. 2, lungo la via Stabiana. Sono crollati altri due muri all'interno dell'area archeologica di Pompei. Sembra si tratta di due pareti senza affreschi. Ieri c'é stato il crollo di un muretto grezzo di sei-sette metri nel giardino della Casa del Moralista mentre il 6 novembre scorso ci fu il cedimento della Schola Armaturarum.
E' proprio il caso di dirlo mentre a Roma si discute Sagunto cade. Mai metafora migliore per denunciare quello che sta succedendo a Pompei. Si continua a discutere, polemizzare ma l'unica cosa che succede sono i muri che continuano a crollare. Senza allarmismi ma ci domandiamo cosa si aspetta ad avviare concretamente con un serio monitoraggio per verificare lo stato dei luoghi dell'intera cittadina archeologica di Pompei e dell'area
circostante ed intervenire per garantire alle future generazioni la conservazione
e la fruizione di questo bene unico nel suo genere. In nome di tutta l'umanità FATE PRESTO!”

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...