24.12.10

Per Napoli...RICOMINCIO DA ME

Non aspetto Leggi nazionali o Ordinanze Sindacali nel 2011 e  nelle festività di Natale 
Per Napoli...RICOMINCIO DA ME 

1) Non uso piatti e stoviglie usa e getta. Evito di acquistare imballaggi inutili. Rifiuto la borsa della spesa monouso e utilizzo solo quella in stoffa.
2) Per i regali non uso la carta per i pacchetti e lascio nel negozio gli imballaggi superflui. Faccio pacchi regalo con carta di giornale o stoffa.
3) Uso solo lampadine a basso consumo ed elettrodomestici efficienti e non regolo mai il riscaldamento oltre i 21 gradi.
4) Preferisco cibi biologici a Km zero e liberi da OGM. Non cucino troppa roba per evitare poi che il cibo venga buttato.
5) Non acquisto o regalo prodotti o animali che alimentano il commercio illegale. Possibilmente adotto cuccioli abbandonati.
6) Preferisco il mezzo pubblico all'auto privata.
7) Preferisco l'acqua del rubinetto a quella minerale soprattutto se in bottiglie di plastica.
8) Preferisco la frutta alle merendine confezionate.
9) Utilizzo i detersivi alla spina, pannolini e pannoloni ecologici.
10) Preferisco la Campania e l'Italia a mete lontane e il treno all'aereo e se vado all'estero scelgo “Viaggi Responsabili”

Anche solo rispettando parte di questo decalogo aiuterò il territorio ad avere meno rifiuti e la mia città più vivibile.

Comitato cittadino RICOMINCIO DA ME: Legambiente/Neapolis 2000, Verdi per la Costituente Ecologista Regione Campania, Cittadinanza Attiva, Assoutenti Napoli, FederConsumatori, Lo Sguardo che trasforma, La Confederazione degli Studenti, Libreria Treves, NapoliMania, Pizzeria Sorbillo, Parco Zoo – Edenlandia, Mediter, NapoliBuona, Watchdog

1.12.10

ALTRI CROLLI A POMPEI: IN NOME DI TUTTA L'UMANITA' FATE PRESTO!

Stamane, a Pompei tra le 7 e le 7,30, ancora un crollo a Pompei. Si è verificato infatti il cedimento per un altezza di circa 2 metri e per una larghezza di circa tre metri della parte superiore del muro grezzo in opera incerta divisorio tra i civici 1 e 2 della reg. VII, ins. 2, lungo la via Stabiana. Sono crollati altri due muri all'interno dell'area archeologica di Pompei. Sembra si tratta di due pareti senza affreschi. Ieri c'é stato il crollo di un muretto grezzo di sei-sette metri nel giardino della Casa del Moralista mentre il 6 novembre scorso ci fu il cedimento della Schola Armaturarum.
E' proprio il caso di dirlo mentre a Roma si discute Sagunto cade. Mai metafora migliore per denunciare quello che sta succedendo a Pompei. Si continua a discutere, polemizzare ma l'unica cosa che succede sono i muri che continuano a crollare. Senza allarmismi ma ci domandiamo cosa si aspetta ad avviare concretamente con un serio monitoraggio per verificare lo stato dei luoghi dell'intera cittadina archeologica di Pompei e dell'area
circostante ed intervenire per garantire alle future generazioni la conservazione
e la fruizione di questo bene unico nel suo genere. In nome di tutta l'umanità FATE PRESTO!”

30.11.10

DISIMBALLIAMO NAPOLI

Basta con gli imballaggi inutili ed eccessivi! Disimballiamoci è una petizione al Sindaco di Napoli che nasce da una campagna di Legambiente sull’importanza di ridurre alla fonte la produzione di rifiuti. 
Gli imballaggi, che paghiamo ben due volte (con la spesa e quando li dobbiamo smaltire), costituiscono infatti il 60% del volume e il 40% del peso dei rifiuti che vediamo nelle strade della nostra città.
Montagne di imballaggi-rifiuti che potremmo risparmiare alle nostre tasche e alla salute del pianeta, alleggerendo il sacchetto della spesa e quello della spazzatura.
L’imballaggio ha delle funzioni ben precise, come conservare la qualità, garantire il trasporto e informare sulla composizione e sulla tracciabilità del prodotto. Sempre di più però l’imballaggio viene usato in maniera eccessiva come veicolo per attirare l’attenzione del consumatore.
Per questo chiediamo al Sindaco di Napoli Rosa Russo Jervolino di emettere un'ordinanza per vietare, in un periodo di emergenza come quello attuale, la vendita e la distribuzione degli imballaggi inutili e dei monouso. (piatti d plastica, bicchieri di plastica, sacchetti etc etc...
Firma la petizione

Crollo del muro nella domus del Moralista a Pompei.

E' un vero crimine contro l'umanità restare a guardare mentre piano piano crollano muri e si sbriciolano domus in uno dei più grandi e visitati siti archeologici, Patrimonio Mondiale dell'Umanità. 
E' giunta l'ora di mettere mano ad un serio monitoraggio per verificare lo stato dei luoghi dell'intera cittadina archeologica di Pompei e intervenire immediatamente per garantire alle future generazioni la conservazione e la fruizione di questo bene unico nel suo genere.

7.11.10

Il crollo della Domus dei Gladiatori a Pompei

Ci vogliono fatti non parole per Pompei e i beni culturali del nostro Paese. Il crollo della Domus  dei Gladiatori a Pompei di questa mattina rappresenta, purtroppo, soltanto la punta di un iceberg che mette a nudo il degrado e l'abbandono di tantissimi giacimenti culturali del nostro Paese che attraverso la campagna Salvalarte, Legambiente denuncia da anni. A seguito del crollo della Domus di Pompei, oggi si avverte un'amarezza diffusa sul degrado e l'abbandono a Pompei. Degrado e abbandono del nostro patrimonio artistico e culturale la cui causa è da ricercare nei continui tagli alle risorse umane e ai fondi destinati ai beni culturali del nostro Paese.

2.11.10

Rifiuti Napoli

Raccolta differenziata, siti di compostaggio. Nell'immediato: Riduzione dei rifiuti con una legge speciale per vietare l'uso e la commercializzazione dei prodotti monouso ed imballaggi superflui fino alla soluzione del problema.

La soluzione al problema c'è perché non l'adottano?

18.8.10

Napoli come il fior di loto


Come il fior di Loto, che affonda le radici nel fango e si distende sulla superficie delle acque stagnanti uscendo da esse immacolato e bellissimo, anche la città di Napoli germoglierà sempre più bella e splendente.




21.6.10

Al Moiariello, presso l'Hotel villa Capodimonte La notte della convivialità Magia e cultura nel parco metropolitano delle colline di Napoli nella notte di San Giovanni


Sono bastati pochi giorni perchè l'idea di un'iniziativa di convivialità in occasione della Notte di San Giovanni passasse di bocca in bocca, per aggregare La rete dei soggetti territoriali per la tutela e valorizzazione del Parco Metropolitano delle Colline di Napoli denominata TrasformAZIONE e costituitasi nella forma giuridica di associazione di promozione sociale che riunisce diverse associaizoni e cittadini con conoscenza e professionalità comprovate sul territorio e dare vita alla Notte della Convivialità - Magia e cultura nel parco metropolitano delle colline di Napoli nella notte di San Giovanni
L'appuntamento è per mercoledì 23 giugno 2010 dalle ore 20,30 presso l'Hotel di Capodimonte in Salita Moiariello, 66 (pochi sanno che il Moiariello è zona Parco) e prevede un programma di Tammurriate, Performance, danza del ventre, degustazione di vino locale e soprattutto sarà l'occasione per riflettere tutti assieme sulle opportunità e i punti deboli del territorio del Parco metropolitano delle Colline di Napoli.

All'iniziativa hanno dato il patrocinio e la collaborazione l'Ente parco delle Colline di Napoli, il Forum della collina di Capodimonte, la 3 Municipalità, ass. Altrimondi
.
L'ingresso all'iniziativa è gratuito ma per invito. Per ricevere invito inviare richiesta a 
legambiente.neapolis@gmail.com o telefonare 081.29.45.11

28.4.10

MAGGIO NEL PARCO metropolitano delle Colline di Napoli

Stanchi di denunciare smog ed inquinamento, abusivismo, rumori assordanti e spazi intasati ci siamo appropriati del neologismo “trasformAZIONE” per iniziare a “Fare il Dire” perchè ci piace pensare che cambiare si può anzi si deve.
TrasformAZIONE è una rete ed un periodico, formato da singoli individui ed associazioni, in cui si incontrano temi e stili di vita che apparentemente possono sembrare diversi fra di loro. Ma c'è un comun denominatore che accomuna tutti: l'amore per il proprio territorio e la consapevolezza che il Parco Metropolitano delle Colline di Napoli rappresenta una grande TrasformAZIONE urbanistica, economica e sociale della città capace di dare un notevole contributo al miglioramento della vivibilità urbana e di attivare processi economici occupazionali basati sull'artigianato, sull'agricoltura e soprattutto sull'industria del tempo libero e del turismo sostenibile e responsabile.
TrasformAZIONE vuole essere anche la risposta a tutti coloro che, per scelta o stupidità, pensano di disturggere il nostro territorio.
TrasformAZIONE, infine, vuole offrire un'opportunità di confronto tra istituzioni, cittadini e associazioni. Un confronto che tende alla riappropriazione degli spazi cittadini anche attraverso iniziative come “Maggio nel Parco” che si propone di promuovere e valorizzare il territorio e i valori del Parco Metropolitano delle Colline di Napoli



24.2.10

Nasce a Napoli CO.MU.NE. di Legambiente


Nasce CO.MU.NE il Coordinamento Municipalità Neapolisduemila di Legambiente, una finestra aperta sulle attività delle Munipalità di Napoli, con il duplice obiettivo di monitorare e pubblicizzare le attività sui temi dell'ambiente dei singoli Consiglieri, Assessori e Presidenti di Municipalità e di proporre e stimolare iniziative sulle questioni legate all’ambiente a partire dal basso.

Perché le sfide che Napoli si trova ad affrontare sono molteplici a partire dalle azioni per contrastare il traffico e l'inquinamento, il degrado e la qualità della vita . Azioni moderne e incisive sul fronte dell’ambiente, che sappiano coniugare la tutela del territorio e della salute dei cittadini con gli obiettivi di sviluppo e innovazione, che sappiano garantire progresso sociale ed economico senza compromettere il futuro delle prossime generazioni che abiteranno il pianeta.

L’attenzione del CO.MU.NE di Legambiente si concentra dunque sui provvedimenti delle Municipalità che offriranno più qualità della vita ai napoletani: sul fronte dei trasporti e del traffico, su quello della legalità e dei rifiuti, sui temi del territorio e dei beni culturali, sull'aggregazione urbana e la partecipazione dei cittadini.

CO.MU.NE intende essere uno strumento di informazione e confronto, per lavorare in rete con Presidenti, Assessori e Consiglieri di Municipalità ditutti gli schieramenti politici che hanno scelto di aderire, per organizzare incontri pubblici di approfondimento, per promuovere e coordinare iniziative, per denunciare azioni di degrado territoriali, sociale e morale, delibere e azioni in grado di compromettere la prospettiva di un futuro sostenibile.

CO.MU.NE. Sarà un blog e un gruppo su facebook di legambiente dove si darà spazio e visibilità alle iniziative e ai rappresentanti delle Municipalità che aderiranno a CO.MU.NE. e che si adopereranno a favore dell'ambiente.

CO.MU.NE. COordinamento MUnicipalità NEapolisduemila di LEGAMBIENTE

per info e adesioni legambiente.neapolis@gmail.comtel. 081.29.45.11

12.2.10

Innamorarsi di Napoli

A San Valentino, giorno di amori dichiarati e di feste tra innamorati, dichiariamo il nostro amore per Napoli e la Campania.
Visitiamo ed appreziamo le bellezze della nostra della nostra città.
Con Legambiente/Neapolis 2000 passeggiata - trekking urbano da Via Foria a Capodimonte, dove si ammirerà il panorama mozzafiato della città dal Moiariello, porta del Parco delle Colline di Napoli,
passando per l’antica casa di Ferdinando Palasciano, ufficiale medico borbonico e successivamente professore di clinica chirurgica all’Università di Napoli. Il Palasciano è considerato il promotore della Croce Rossa.
Qui gli abitanti del posto, ancora ricordano il grande amore che lo legava a Olga de Wavilow, una nobile di origine russa.
Appuntamento domenica 14 febbraio ore 11.00 ex Caserma Garibaldi in Via Foria info tel.
081.29.45.11

6.1.10

Capodimonte Mobilità sostenibile per fa rivivere il territorio -Una proposta alternativa: una rete di Ascensori e scale Mobili.

La Giunta regionale della Campania, ha approvato recentemente un finanziamento per la realizzazione della progettazione preliminare e definitiva del collegamento con funivia tra il Museo Archeologico Nazionale e il Museo di Capodimonte di Napoli.
Con questa delibera gli ideatori della proposta si vantano di avviare la realizzazione di un collegamento diretto tra due dei più importanti musei di Napoli e della Campania.
Il finanziamento per il progetto è di ben un milione e 348mila euro mentre i costi stimati dell'opera si aggirano intorno ai 23 milioni di euro.
Invece Il piano, oltre a non affrontare l’attuale problema di mobilità nel territorio di Capodimonte, con il suo tragitto limitato e diretto, non indurrà i turisti a visitare il territorio circostante, penalizzando l’economia locale.
Questo progetto, infatti, ridurrà la mobilità fra il centro e la collina di Capodimonte al semplice spostamento dei turisti tra i due musei più importanti della città, tralasciando le esigenze dei cittadini e non aiutando l'osmosi tra il movimento turistico e l'economia del territorio. La collina di Capodimonte infatti non è solo il Museo di Capodimonte ma è composta da un triangolo i cui vertici sono: Il Museo Archeologico, L'Albergo dei Poveri con l'Orto Botanico e la Reggia con il Parco di Capodimonte. All'interno di questo “Triiangolo della Cultura” ci sono tantissimi attrattori storico-culturali che da questo progetto vengono completamente ignorati: I Vergini, la Sanità, Il Ponte della Sanità, le scale della Principessa Jolanda, Le Catacombe di San Gennaro, l'Osservatorio Astronomico, Il Moiariello ed il Paradisiello, Santa Maria degli Angeli alle Croci, Sant'Eframo Vecchio, l'Osservatorio Astronomico. Da anni Legambiente propone ai turisti un trekking urbano attraverso la storica passeggiata del Moiariello, proprio per ricordare ai turisti e Amministratori che Capodimonte non è solo Parco e Reggia ma un territorio più vasto che necessita di rilancio economico e mobilità pubblica.
A partire dalla Campagna Salvalarte, ho avviato un dibattito che propone come alternativa la costruzione di una rete di scale mobili ed ascensori lungo le risalite di Capodimonte.
Le scale mobili ed ascensori diffuse su tutto il territorio della collina di Capodimonte è un'idea più facilmente realizzabile, economica, attraente per i turisti ed anche vantaggiosa per i cittadini dei vicoli e delle strade di Stella, Miradois, Moiariello, Paradisiello, Sant'Eframo Vecchio, Ponti Rossi.

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...