26.2.09

LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE DAI RISCHI NATURALI

LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE DAI RISCHI NATURALI
Un Corso di Formazione di Legambiente per"La Salvaguardia del Patrimonio Culturale dai Rischi Naturali" obiettivo del corso è creare la prima task force del territorio di Napoli e Campi Flegrei, formata da specialisti del settore, pronta ad intervenire tempestivamente in caso di calamità sul territorio
nella messa in sicurezza dell'immenso patrimonio culturale.


Il Coordinamento Nazionale di Protezione Civile Legambiente iscritto all'elenco nazionale del Dipartimento della Protezione Civile, Il circolo Neapolis 2000 di Legambiente in collaborazione con la Soprintendenza BAP di Napoli e Provincia e Kronia Srl hanno organizzato un corso di formazione gratuito, volto a specializzare nella messa in sicurezza dei beni mobili, nel rilevamento dei danni agli edifici storici e monumentali, nel concorrere alla stesura dei piani di emergenza per i musei, nella valorizzazione, nel monitoraggio e nella tutela dei beni culturali sul nostro territorio.
Questo settore ha dimostrato grandi capacità aggregative verso gli operatori rappresentando il fiore all'occhiello della Legambiente nelle attività di protezione civile.

E' bene ricordare che salvare i beni culturali in caso di emergenza è importante non solo per il valore intrinseco dell'opera d'arte, ma anche per il valore psicologico e di comunità che rappresentano per le popolazioni locali, nonché per salvaguardare quell'economia locale che vive intorno ai beni culturali.

L'obiettivo è creare la prima task force del territorio di Napoli e Campi Flegrei, formata da specialisti del settore, pronta ad intervenire tempestivamente in caso di calamità sul territorio nella messa in sicurezza dell'immenso patrimonio culturale Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Chi può partecipare: Tecnici, studenti e laureati, cittadini.
Quando si svolegerà il corso: 13, 14 e 15 marzo.
Dove si svolgerà il corso: il corso si svolgerà a Napoli con inaugurazione a Palazzo Reale di Napoli
Modalità di partecipazione: Inviare domanda all'indirizzo e.mail neapolis@hotmail.com o consegnare entro il 6 marzo, a mano o via posta, presso la segreteria organizzativa Kronia S.r.l. Via M. Cervantes de Saavedra, 55 o presso il Circolo Neapolis 2000 di legambiente con indicati nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, recapiti, recapiti, breve curriculum e indicazioni sulle motivazioni di partecipazione.
A parità di valutazione si farà riferimento all'ordine cronologico di consegna.

La partecipazione è gratuita è obbligatoria l'iscrizione all'associazione.

Selezione: Gli allievi verranno prescelti su base motivazionale e/o esperenziale, riservando la possibilità a chi ha fatto domanda di essere informati su altri corsi che si realizzeranno

Per informazioni telefonare ai seguenti numeri: 081.29.45.11

1 commento:

sbadituf ha detto...

Il patrimonio culturale è integrato da quello paesaggistico, ma questo fatto non sempre è di interesse per chi governa e delibera lavori di riqualificazione.

A Pozzuoli, intorno al tempio di serapide (macellum), zona porto, nell'ambito dei lavori per ripavimentare la villa, hanno abbattuto già 3 dei pini centenari che circondano il monumento. Il motivo è "le radici che fuoriescono possono far inciampare le persone", quindi anzicché recintare i pini, nel corso di lavori per la ripavimentazione li vogliono levare di mezzo, "trovandosi facendo". Allucinante! Fermiamo questo scempio!

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...