29.10.08

Sanatoria per tombaroli e collezionisti di arte rubate. Firma la petizione di Legambiente e Nuova ecologia


Nessun condono per i ladri d’arte
Firma la petizione di Legambiente e La Nuova Ecologia
contro l’emendamento pro ladri
di opere d’arte e beni archeologici

Una bella sanatoria per i tombaroli e i collezionisti d’opere d’arte rubate, un assurdo lasciapassare per chi ha trafugato preziosi beni archeologici: ecco in sintesi la proposta di emendamento alla Finanziaria dell’on Gabriella Carlucci sulla “riemersione di beni culturali in possesso di privati”, un censimento del sommerso realizzato depenalizzando il possesso di beni archeologici in cambio di un’autocertificazione di “detenzione in buona fede” e il pagamento di un discutibile balzello.
Nessun condono per i trafficanti d’arte. Nessun privilegio per chi detiene beni archeologici non denunciati. Questo emendamento oltre a consentire a un facile viatico a chi fino ad oggi ha detenuto illegalmente beni dello stato, incentiverà ulteriormente i furti e il saccheggio del sottosuolo grazie alla depenalizzazione e alla facile regolarizzazione degli illeciti. Assurdo che il paese che più degli altri dovrebbe investire in tutela e valorizzazione dei beni culturali promuova un condono generale salva-furbetti basato oltretutto su una ridicola dichiarazione di buona fede.
Il provvedimento proposto sarebbe inoltre, una sorta di fotocopia di quello presentato nel 2004 da alcuni deputati, tra i quali la stessa Carlucci, e che fu allora ritirato dal governo su proposta del ministro dei beni culturali Giuliano Urbani.
SperiamoMi auguro che anche in questo caso  vinca la legalità e che questo non sia invece solo il primo di una nuova serie di condoni di cui questo paese non ha certo bisogno.
Firma l’appello contro il condono per i ladri d’arte sul sito www.lanuovaecologia.it

3 commenti:

AmmaNaria ha detto...

Salve! Ho letto questa notizia oggi su La Repubblica e sono rimasta allibita. Così ho cercato approfondimenti su internet e ho trovato il suo sito. E' davvero sconcertante un emendamento simile. Rendere legale ciò che dovrebbe essere considerato un reato gravissimo, contro la difesa del patrimonio culturale nazionale.

Anonimo ha detto...

Se tu a casa tua hai anfore greche. qualche statua di valore. non puoi tenerla nascosta sempre. Non c'è piacere del possesso! Con una sanatoria alla spicciolata puoi mettere a posto questi gingilli tenuti nascosti. A Siracusa sono molti ad avere questo problema!!

Anonimo ha detto...

... una persona perbene non terrebbe nascosta nessuna anfora e nemmeno gingilli... per diversi motivi. Il primo è quello che la storia appartiene a tutti...