18.5.08

L'ambiente secondo Silvio


Confermando la volontà di riportare il nucleare in Italia, al Senato il presidente del consiglio Berlusconi ha ribadito la portata per forza di cose limitata del ricorso alle fonti rinnovabili. Affermando che “chi si oppone alle innovazioni fa un danno all'ambiente”/ Legambiente: «Parla una lingua antica»
"Il nucleare è una scelta indispensabile per garantirci l'energia per il futuro e per tutelare meglio l'ambiente in cui viviamo". Nella replica al Senato, durante il dibattito sulla fiducia, Silvio Berlusconi parla delle questioni ambientali per la prima volta in questa legislatura. Lo fa replicando a Roberto Della Seta, ex presidente di Legambiente e responsabile ambiente del Pd, che aveva fatto notare come l’argomento fosse stato finora del tutto assente dai discorsi del presidente del consiglio incaricato.Confermando la volontà di utilizzare le centrali nucleari per produrre energia, Berlusconi ha ribadito la portata per forza di cose limitata del ricorso alle fonti rinnovabili, annunciando che il ritorno al nucleare sarà avviato “adottando tutte le misure di sicurezza”. Prima di chiedere al Senato di votare la fiducia al suo governo, , il Cavaliere ha criticato la politica dei “no” a tutto, affermando che “chi si oppone alle innovazioni fa un danno all'ambiente” e “non c'è contraddizione fra sviluppo e tutela ambientale”. Berlusconi ha anche annunciato che il consiglio dei ministri convocato a Napoli il prossimo 21 maggio avrà ad oggetto la crisi dei rifiuti in Campania, il decreto sulla sicurezza e il decreto con misure di sostegno alle famiglie, tra le quali l'abolizione dell'Ici sulla prima casa.

Nessun commento:

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...