23.5.08

Giovanni Falcone


“La mafia non è un cancro proliferato per caso su un tessuto sano; vive in perfetta simbiosi con la miriade di protettori, complici, informatori, debitori di ogni tipo, grandi e piccoli maestri cantori, gente ricattata e intimidita che appartiene a tutti gli strati della società … Il pericolo più grande è il possibile collegamento tra Cosa nostra e le organizzazioni criminali a livello internazionale”
Giovanni Falcone
____________________________________________
A sedici anni dalla strage in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e gli uomini della scorta Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Di Cillo, è doveroso essere “capaci” di ricordare, al fine di impedire la dilagante perdita di memoria dei nostri tempi e di dare maggiore forza alla manutenzione costante del nostro agire quotidiano

Nessun commento:

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...