28.6.07

"5 buone azioni" per la questione rifiuti in Campania

Sono convinto che “cinque buone azioni” nella vita quotidiana di ogni singolo cittadino può contribuire fattivamente alla risoluzione del problema rifiuti in Campania.

1) DISIMBALLIAMOCI. Preferiamo e acquistiamo prodotti con meno imballagi ed involucri.
2) RICICLIAMO. Anche se il Comune non effettua raccolta differenziata, per quel che è possibile, facciamola noi autonomamente: acquistiamo e usiamo solo pile ricaricabili, ricicliamo i fogli di carta utilizzando il retro di quelli da buttare, riutilizziamo le borse della spesa…
3) PREFERIAMO bibite e contenitori con “vuoto a rendere”,
4) RIFIUTIAMO i prodotti monouso – piatti, bicchieri, forchette…
5) UTILIZZIAMO borse di juta per la spesa.

17.6.07

NAPOLI"URBS SANGUINUM": SANGUE SAN GENNARO SCIOLTO DAVANTI PATRIARCA CIPRO



Napoli
L'Urbs sanguinum, ovvero la "città dei sangui", è Napoli, e così fu definita nel 1632 da un osservatore dell'epoca rimasto attonito di fronte alle tremila reliquie di martiri cristiani gelosamente custodite in città nel chiuso dei conventi o delle dimore private.

Sebbene il miracolo dello scioglimento del sangue abbia finito con l'identificarsi con San Gennaro, tanti altri santi compivano e tuttora compiono il prodigio.
Il sangue di San Gennaro, si e’ sciolto questa mattina durante la visita alle reliquie dell’arcivescovo Crisostomos II, capo della chiesa ortodossa di Cipro. L’eccezionale evento e’ avvenuto, durante lo storico incontro tra il capo della chiesa cipriota, la piu’ antica della cristianita’ e il cardinale arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe che segue la prima visita nella santa sede avvenuta ieri di un capo della chiesa cipriota. Il cardinale Sepe ha preso la teca in cui ci sono le ampolle con il sangue in mano per meglio mostrarle a Crisostomos II, e a quel punto si e’ potuto notare che il sangue si era liquefatto; un evento che non ha precedenti in quest’ultimo secolo, dato che l’appuntamento con il miracolo di San Gennaro e’ a maggio, a settembre e a dicembre. Il prodigio, secondo Sepe, e’ “un segno della provvidenza del Signore e della volonta’ di San Gennaro di fare in modo che da Napoli parta un ponte di collegamento tra le religioni per costruire la pace”. "San Gennà miettec' a mano"
Il materiale d'informazione e di conoscenza che ho raccolto nel libro "Urbas Sanguinum" assieme a Lucia Malafronte, viene offerto senza la pretesa di far luce sul prodigio dello scioglimento del sangue, nella consapevolezza che si tratta comunque di fenomeni non solo religiosi, ma anche storici e culturali che ormai fanno parte integrante della nostra città.
Così la mia ricerca svolta qualche anno fa - come sottolinea Marino Niola nella prefazione - diventa un contributo a far riemergere il fascino, i segreti, i misteri della città e del sangue dei suoi martiri per "far scorrere Napoli nelle vene del mondo. vedi "Urbs Sanguinum"

15.6.07

road pricing a New York


Dopo i taxi “verdi”, il sindaco di New York Michael Bloomberg ha annunciato l’inizio di un programma pilota di tre anni che introduce il pedaggio per l’accesso al centro di New York dalle 6 alle 18.
Otto dollari per le autovetture e ventuno per i mezzi pesanti.
Tanto è il tiket che gli automobilisti dovranno pagare ogni giorno per circolare in esclusive vie di Manhattan.
La Grande Mela decide sieriamente di abbattere il traffico. Il coraggioso piano del Sindaco di New York rientra in un ambizioso progetto ambientale iniziato da qualche mese che mira a ridurre del 30% le emissioni di Co2 entro il 2030.
Con questo progetto, secondo le previsioni, l’amministrazione comunale dovrebbe incassare 400 milioni di dollari, solo nel primo anno di attività dei varchi elettronici.
Il progetto, simile a quello che Londra ha adottato dal 2003 sta per essere adottato anche in alcune città coragggiose del Bel Paese. Sarà Milano la prima città che nelle intenzioni della nuova amministrazione sdoganerà questa formula anche nel Italia.
Il capoluogo lombardo sta valutando l’ipotesi di introdurre un pagamento alle autovetture in transito lungo le cinta murarie del centro, nell’ambito di un progetto che prevede anche di aumentare le zone pedonali e le piste ciclabili.Mi auguro che si pensi ad un meccanismo che possa reinvestire il danaro incassato in opere per la tutela dell'ambiente, trasporti pubblici, verde urbano...

5.6.07

Sanità, verso una legge per le medicine non convenzionali - Legambiente sulla libertà di scelta terapeutica



“Bisogna garantire a tutti i cittadini italiani, al pari di altri cittadini europei, il diritto di scelta della terapia medica”. Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente e senatore della Repubblica, sottolinea così le ragioni del convegno Libertà di scelta terapeutica, nel rispetto della sicurezza dei cittadini, organizzato a Roma da Legambiente in collaborazione con Weleda. Garantire la libertà di scelta terapeutica quale diritto fondamentale è questo il tema del dibattito, che affronta quindi la necessità di una legge per le medicine non convenzionali e di una copertura da parte del servizio sanitario che consenta a tutti di scegliere liberamente tra i diversi approcci diagnostici e terapeutici. “Questo significa – dice Ferrante – fornire un quadro normativo che, prevedendo una formazione di base nelle università e nelle scuole specializzate, dia le necessarie garanzie di professionalità a tutti i cittadini che si rivolgono a questi indirizzi terapeutici. Questo non significa nessun avvallo a questa o a quella medicina e nessuna preclusione sull’una piuttosto che sull’altra. Questa è materia, appunto, di libera scelta. E’ necessaria inoltre – aggiunge il direttore generale di Legambiente - una norma che tuteli i cittadini dalle truffe di sedicenti medici e ciarlatani”.All’omeopatia, la fitoterapia, l’agopuntura, la chiropratica, l’antroposofia si rivolgono ormai, secondo i dati più recenti, quasi dieci milioni di italiani. Si è accresciuta inoltre la consapevolezza dei problemi ambientali e dello stretto legame dell’uomo con la natura che lo circonda, e dell’importanza di tutelare l’ambiente in cui l’uomo vive come principale elemento di prevenzione riguardo alla salute, aspetti ai quali le medicine non convenzionali hanno sempre prestato particolare attenzione.Al convegno - introdotto da Mauro Alivia presidente della Società Italiana di Medicina Antroposofica, da Paolo Roberti di Sarsina, coordinatore del comitato permanente di consenso e coordinamento per le medicine non convenzionali in Italia e da Lucia Venturi di Legambiente - sono intervenuti tra gli altri i senatori Ignazio Marino, presidente XII Commissione Igiene e sanità, Daniele Bosone, relatore del provvedimento di legge sulle medicine non convenzionali, Paolo Rossi e Gianpaolo Silvestri.

2.6.07

Guida Blu 2007


Alla sua settima edizione la Guida Blu è diventato uno strumento indispensabile per trascorrere l'estate all'insegna della natura e dell'ambiente, frutto del sodalizio consolidato fra Legambiente e Touring Club Italiano.
Quest'anno la guida è ancora più ricca d'informazioni. E' aumentato il numero di località passate in rassegna, con diverse nuove spiagge segnalate e "raccontate". Abbiamo poi arricchito le sezioni dedicate alle grotte marine, vere e proprie perle sparse lungo le nostre coste. La sezione contiene la sintesi di un grande lavoro di censimento realizzato lungo i nostri litorali dal Ministero dell'Ambiente: Legambiente ha scelto per voi le grotte più accessibili e più suggestive, con le indicazioni per raggiungerle e visitarle in totale sicurezza. E ancora una sezione dedicata alle località costiere dei laghi, siti di straordinaria importanza storico-culturale, naturalistica e paesaggistica.
La Guida Blu è frutto del lavoro di indagine svolto dalla Goletta Verde di Legambiente durante i suoi anni di navigazione, ma anche del patrimonio di conoscenza delle centinaia di gruppi locali di Legambiente. Le valutazioni non riguardano solo la qualità delle acque di balneazione ma tengono conto di molte altre variabili, a cominciare dalla qualità delle strutture ricettive, dalla presenza di un centro storico ben conservato, da un'offerta enogastronomica di pregio, dalla vicinanza a luoghi di interesse storico artistico o naturalistico, e così via.
Le valutazioni di Legambiente sono state infine integrate con i dati ufficiali raccolti attraverso la banca dati dei Comuni italiani (Ancitel), e sintetizzate in un giudizio espresso con le vele (da un massimo di 5 vele a un minimo di una vela). Inoltre quest'anno le valutazioni sono frutto della collaborazione del prestigioso Istituto di Ricerca Ambiente Italia che ha curato l'elaborazione dei dati. E insieme alle vele, c'è la segnalazione delle spiagge più belle: spesso sono angoli conosciuti e frequentati solo dai residenti, magari raggiungibili dopo faticosi trekking o seguendo itinerari nascosti. Un "segreto" che sveliamo nella convinzione che i lettori della Guida Blu sapranno godere di questi tesori in maniera responsabile. Buone vacanze!


Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...