29.4.06

Legambiente Neapolis 2000, organizza per il secondo week-end del Maggio dei Monumenti - Arte e Culto dei morti a Napoli - visita guidata al cimitero monumentale di Poggioreale.

L’appuntamento è alle ore 10.30 è all’ingresso del Cimitero su Via Nuova Poggioreale.
Lo scopo di questa visita nasce dal desiderio di considerare il cimitero monumentale di Napoli come un gran “museo a cielo aperto” da leggere e fruire come bene culturale dell’arte e della memoria, così come da tempo avviene in molte altre città europee,
Dall’ingresso principale, ripercorreremo l’esperienza del Gran Tour, passeggiando fin sopra la Chiesa Madre e il Chiostro Grande o Gran Quadrato, sostando nella zona panoramica del recinto degli Uomini Illustri.
Prenotazioni e informazioni tel. 081.29.45.11 cell. 3936707731 - 3348217438 -

Il successo

Desidero condividere con chi mi legge ciò che ho letto stamani su "Giorno per giorno" di Daisaku Ikeda, leader buddista internazionale e presidente della Soka Gakkai Internazionale.

"Cosa è il successo nella Vita? Chi ha veramente successo?
Vi sono individui famosi e potenti che, in vecchiaia, sono diventate figure meschine. Alcuni muoiono soli, con un senso di vuoto e di desolazione.
Allora cos'è il successo?
Il pensatore inglese Walter Pater (1839 -1894) scrisse:
<<Il successo nella vita è bruciare sempre di continua passione, mantenendo sempre questa estasi>>.
La persona che vive pienamente, risplendendo di energia vitale, ha una vita di successo"

24.4.06

Legambiente - Neapolis 2000 - Appuntamenti di Maggio dei Monumenti

IL NUOVO MARE DI BAGNOLI
29-30 aprile ore 10.30 - pontile Bagnoli
ARTE E CULTO DEI MORTI
6-7 maggio ore 10.30 - ingresso Cimitero Monumentale
VISITA PANORAMICA AL MOIARIELLO
13-14 maggio ore 10.30 - Caserma Garibaldi - Via Foria
PULCINELLA AL MOIARIELLO
20 - 21 maggio ore 10.30 Caserma Garibaldi Moiariello
COLORI E TOPOGRAFIA DI NAPOLI
27-28 maggio ore 10.30 Giardinetti di Monte Echia

per informazioni e prenotazioni e-mail neapolis@hotmail.com

'Ecotour 2006', per una vacanza “al naturale”



Avrà luogo in Abruzzo, a Montesilvano, la sedicesima edizione di Ecotur. Spazio dunque al “particolare segmento del turismo in costante crescita”, quello tinto di verde
Dal 28 al 30 aprile si svolgerà, presso il Palacongressi di Montesilvano, a Pescara, la sedicesima edizione di 'Ecotour 2006', Borsa Internazionale del Turismo Natura, organizzata da IN Fiera , in collaborazione con Assoturismo-Confesercenti e Fiavet-Confcommercio, con il supporto della Regione Abruzzo, dell'Enit e di Federparchi.Questa manifestazione è ormai diventata un punto di riferimento preciso per il settore turistico, in quanto riguarda un tema che sposa quello dei viaggi, legandosi ad esso in modo indissolubile: l’ecologia. Uno slogan che la rappresenti? Eccolo: Ecotour, una vacanza al “naturale”!Nel corso delle tre giornate sono organizzati incontri e dibattiti, nonché una serie di iniziative, con lo scopo di mettere intorno allo stesso tavolo, i diversi operatori italiani e quelli stranieri, promuovendo così il giusto confronto di esperienze e di proposte. Sabato 29 inoltre è prevista la quinta edizione di 'Buy Park'. Si tratta di un incontro tra operatori specializzati della domanda e dell'offerta dei parchi e delle aree protette.Enzo Giammarino, il Presidente, così spiega il ruolo di Ecotour: “Una manifestazione che ha saputo conquistarsi un posto di rilievo nel panorama delle Fiere Turistiche nazionali che oggi è divenuta appuntamento irrinunciabile per quanti commercializzano questo particolare segmento del turismo, l'unico in continua e costante crescita, grazie anche alle giovani generazioni, che sembrano aver riscoperto l'amore per la natura e il suo immenso patrimonio, e, soprattutto, del sempre più vivo interesse degli operatori del settore”.

23.4.06

Congresso mondiale del turismo sociale


Dal 10 al 12 maggio si terrà ad Aubagne, in Provenza, il Congresso mondiale del turismo sociale.
Sul sito http://www.bits-int.org/ c'è un ricco programma e i formulari per l’iscrizione (non badate alla scadenza).
In occasione del Congresso saranno approvati emendamenti alla Dichiarazione di Montreal.
Inoltre è prevista una sessione di lavori dedicata al turismo solidale e alla lotta alla povertà.

22.4.06

Biofattorie a porte aperte

LA NUOVA ECOLOGIA

Primavera bio, dal 22 aprile al 7 maggio in tutta Italia. Un'iniziativa dell'Aiab, Legambiente, Arci, Federparchi e l'Associazione per l'agricoltura biodinamica
Saranno centinaia le aziende agricole biologiche e biodinamiche aperte al pubblico per un’intera settimana, dal 22 aprile al 7 maggio, in tutta Italia. Per il quinto anno consecutivo è “Primavera bio”, la manifestazione di Aiab e Associazione per l’agricoltura biodinamica, assieme a Legambiente, Arci e Federparchi, con il patrocinio del Ministero
Qualità made in Italydelle Politiche agricole.Le fattorie, che apriranno i battenti ai cittadini di ogni età e interesse, cercheranno di illustrare cosa davvero rappresenti la campagna: l’origine dei prodotti alimentari, le piante e gli animali peculiari di un territorio, il lavoro dell’agricoltore e i valori del mondo rurale. L’obiettivo è presto detto, favorire il recupero del valore culturale e ambientale del territorio e sensibilizzare al rispetto dell’ambiente, «pecie se si considera che negli ultimi anni si è manifestato sempre più il bisogno di ricucire lo strappo tra città e campagna, commenta Andrea Ferrante, presidente di Aiab - come reazione al modello alimentare industrializzato, che nega il ruolo degli agricoltori, del lavoro delle donne e degli uomini nei campi, il ruolo stesso della terra e del territorio» Una voglia di ruralià che non può limitarsi ad una gita fuori porta, l’acquisto di qualche prodotto campagnolo o, al massimo, qualche week-end in agriturismo. «La Primavera Bio, continua il presidente - vuole rispondere a queste esigenze e cercare di indirizzarle verso le esperienze che maggiormente qualificano l’agricoltura, come le produzione biologiche, biodinamiche e le aree protette». Una settimana, dunque, in cui ambiente e territorio saranno protagonisti indiscussi ma nella quale si potranno anche apprezzare i prodotti della campagna con degustazioni di gastronomia locale e laboratori del gusto, visitare le fattorie e gli allevamenti attraverso percorsi di educazione agro-ambientale. Tra gli appuntamenti più significativi dell’edizione di quest’anno: la transumanza del bestiame in Basilicata, dal Parco Gallipoli Cognato in trincia di Potenza al Parco della Murgia Materana a Matera, i mercatini bio in Campania, arte e agricoltura nella capitale. E poi ancora a San Giacomo delle Segnate, Mantova, l’inaugurazione del laboratorio aziendale di trasformazione delle mele cotogne, a Moconesi in provincia di Genova, quello sulla lavorazione del miele. Ad Ostini, Brindisi, la liberazione delle tartarughe terrestri nelle aziende bio accompagnata da degustazione, musica e spettacoli teatrali. A Reggio Emilia nell’allevamento di chianina di Canossa di Bigi presentazione dell’intera filiera della carne bovina.Un occhio anche alla natura e ai più piccoli. Grazie alla collaborazione con Federparchi, infatti, diverse iniziative si svolgeranno all’interno dei parchi e delle aree protette. E sarà anche possibile conoscere le aziende aderenti alla rete delle Biofattorie didattiche di Aiab, quelle che durante tutto l’anno hanno fatto attività con le scuole.

20.4.06

Il 5 per mille a Legambiente ti ripaga in natura.


Dalla prossima dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell'Irpef al mondo del no-profit e del volontariato. Un modo in più per sostenere le attività di Legambiente... senza spese!

È un meccanismo simile all'8 per mille ma non lo va a sostituire: si può decidere di destinare entrambe le quote.


Metti una FIRMA nella scheda allegata al tuo CUD, o nello spazio apposito del tuo 730 o della tua dichiarazione UNICO e il 5 per mille delle tue tasse sarà devoluto a Legambiente.
L’unica cosa che occorre fare è mettere la firma nel riquadro dedicato alle associazioni e nello specifico in quello “sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni e fondazioni ” e indicando il codice fiscale di Legambiente (80458470582) destinerai il 5 per mille delle tue tasse ai progetti di Legambiente.
Attenzione: se vuoi che il 5 per mille vada proprio a Legambiente, devi indicare con precisione il codice fiscale di Legambiente.
Nello spazio apposito devi quindi mettere questo numero 80458470582
E’ una grande opportunità che a te non costa nulla (solo una firma) e per noi, se sarete in tanti a farlo, un grande aiuto per portare avanti le nostre numerose iniziative.
Tutti possono donare. Chi riceve il CUD, chi presenta il 730 o l’Unico 2006, insomma tutte le persone fisiche possono destinare il 5 per mille delle proprie tasse a Legambiente.

PER CHI HA SOLO IL CUD
Nel CUD 2006, che l’azienda per cui lavori ti consegnerà, è prevista una scheda ad hoc per la scelta della destinazione del 5 per mille dell’Irpef.
La scheda dovrà essere firmata nel riquadro che riguarda le associazioni (in alto a sinistra) e nella riga sottostante dovrà essere indicato il codice fiscale di Legambiente (80458470582).
E poi dovrà essere firmata anche la dichiarazione posta in fondo alla scheda.
La scheda così compilata va presentata entro lo stesso termine della dichiarazione dei redditi (31 luglio 2006):

- in busta chiusa in banca o alle poste; la busta deve recare l’indicazione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEF”, il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente;

- al commercialista, al proprio CAF o a chiunque sia abilitato


PER CHI PRESENTA INVECE IL 730 O L'UNICO 2006
Per chi presenta la dichiarazione nella forma del 730 o UNICO 2006 basterà firmare nell'apposito spazio e indicare il codice fiscale di Legambiente 80458470582 .



Per te è un piccolo gesto, ma per Legambiente rappresenta una grande opportunità per crescere e mantenersi autonoma.

Aiutaci a coinvolgere quante più persone possibili: insieme saremo più forti e faremo sentire più forte la nostra voce.

12.4.06

Valle d'Aosta, un marchio per il turismo sociale ed ecocompatibile

Ennio Pastoret, 'dobbiamo superare la monocultura dell'accoglienza alberghiera in una prospettiva della diversificazione'


La proposta di creare un marchio per il turismo sociale ed eco-compatibile in Valle d'Aosta, è quanto è stato formulato da parte dell'assessore regionale al Turismo, Ennio Pastoret e dal presidente dell'Ente Bilaterale del Turismo, Giorgio Piacentini. L'assessore ha infatti sottolineato 'dobbiamo superare la monocultura dell'accoglienza alberghiera e della ricettività tradizionale, in una prospettiva della diversificazione della nostra offerta turistica, promuovendo nuove forme di accoglienza'. Rientrano quindi in questa ottica le iniziative da parte della Regione che sono mirate a valorizzare i rifugi alpini, o gli ostelli della gioventù, esperienze che, come sottolineato da Pastoret, 'non si pongono in concorrenza rispetto agli alberghi e che possono arricchire il panorama turistico regionale'.

ELEZIONI: VINCE L'UNIONE, MA URGE RITROVARE IL BENE COMUNE

(11 apr 2006) Per 25.224 voti, alla Camera vince il centrosinistra ma grazie al sistema elettorale ha 64 deputati in più: 341 contro i 277 del centrodestra. Anche al Senato, grazie al voto determinante degli italiani all'estero, l'Unione dovrebbe arrivare ad avere la maggioranza, molto più risicata rispetto a Montecitorio. Sembra sempre più difficile che il governo possa ottenere l'incarico dal presidente della Repubblica in tempi brevi. Considerata la spaccatura nel Paese è "necessario un colpo di reni della politica per ripartire insieme. Per affrontare i problemi del paese in modo unito. Con nuovi strumenti di dialogo nelle relazioni internazionali. Coinvolgendo dal basso la società civile" - commenta Guido Barbera, presidente del CIPSI, Coordinamento di 35 Ong di solidarietà internazionale. Barbera "invita gli schieramenti politici a ritrovare la strada per affrontare i problemi del Paese in maniera unita. In un momento segnato da nette divisioni interne, da problemi economici, dall'aumento della miseria anche in Italia, dalla crescente povertà a livello internazionale, c'è bisogno di ritrovare la strada dell'Unità, dell'interesse comune, del dialogo nelle relazioni internazionali".

Passeggiata lungo il percorso dello struscio del Giovedì Santo

Passeggiata lungo il percorso dello Struscio del giovedì Santo
Legambiente Neapolis 2000, organizza per giovedì 13 aprile una passeggiata lungo la strada dello struscio del giovedì santo
La passeggiata partirà da Piazza del Plebiscito. L'appuntamento è alle ore 18.00 tra pzza del Plebiscito e Pzza Trieste e Trento dove si concentrano alcuni degli edifici più rappresentativi della città: Palazzo Reale, Palazzo Salerno, La foresteria, La Chiesa San Francesco d Paola.
Si continua perVia Toledo sulla quale si affacciano imponenti palazzi nobiliari ed edifici monumentali: la galleria Umberto, banche, caffè, negozi ed edifici importanti della cosiddetta "city".
Contributo di partecipazione Prenotazione obbligatoria 349.45.97.997

2.4.06

Trekking Urbano

Successo e rammarico per il trekking urbano organizzato
da Legambiente/Neapolis 2000 domenica 2 aprile
da Piazza Plebiscito a Parthenope
Il prossimo w.e. si raddoppia


Successo di partecipazione per il trekking urbano “Alla Riscoperta di Parthenope” organizzato da Legambiente Neapolis 2000 domenica 2 aprile che ha visto la partecipazione di 60 fra turisti e cittadini e considerato i numerosi partecipanti è stato necessario organizzare 2 gruppi.
I partecipanti hanno potuto apprezzare le meraviglie del percorso che terminava sull’acropoli dell’antica città.
E’ proprio su Monte Echia e lungo l’ascesa delle rampe di Lamont Yang che i aderenti al trekking hanno alternato commenti di stupore, bellezza e degrado dovuto allo sfrecciare di motorini senza casco e scarsa cura e manutenzione stradale e del verde pubblico del punto panoramico di Monte Echia.
Le numerose richieste di questo nuovo modo di “Vivere e visitare la città” ci induce a riproporre l’iniziativa anche per il prossimo w.e. sia per il percorso “Alla Riscoperta di Parthenope” su Monte Echia sia per quello del Moiariello a Capodimonte.
“Due percorsi con panorami mozzafiato – spiegano gli organizzatori del trekking - purtroppo abbandonati al degrado. Ci auguriamo – concludono da Legambiente/Neapolis 2000 - che con le nostre iniziative riusciamo ad attirare l’attenzione degli organi preposti alla cura e manutenzione.
per ulteri informazioni neapolis@hotmail.com

Le pedonalizzazion negli ultimi 30 anni hanno valorizzato Napoli

Napoli, assieme ad altre 2 località in Italia è stata recentemente scelta dal New York Times come meta turistica mondiale.  Il futuro della ...